Dichiarazione di trasparenza

Dichiarazione di trasparenza Global Shares

Introduzione

Global Shares Ireland Limited, una società affiliata interamente controllata di Global Shares Public Limited Company, è regolata dalla Banca centrale d’Irlanda. Tutti i dipendenti sono vincolati alle norme della Banca centrale d’Irlanda e tutta la normativa applicabile.

Il Direttivo sui requisiti patrimoniali (“CRD”) ha creato un quadro normativo riveduto sul capitale in tutta Europa, sulla base delle disposizioni dell’accordo sul capitale Basilea II. L’accordo sul capitale Basilea II è costruito attorno a tre elementi centrali o pilastri:

  • Il 1° punto stabilisce i requisiti minimi di capitale di un’impresa in relazione al mercato, e requisiti di rischio di credito e rischio operativo;
  • Secondo il punto 2 imprese e organi di controllo valutano se il capitale detenuto sia sufficiente a coprire i rischi cui un’impresa è esposta. Questo processo, noto come processo interno di valutazione di adeguatezza del capitale, è responsabilità dell’impresa; e
  • Il 3° punto sviluppa una serie di requisiti di divulgazione che devono essere soddisfatti per quanto riguarda il nostro processo di gestione del capitale e del rischio.

Frequenza

Le informative saranno riviste almeno su base annua e, se necessario, più frequentemente.  Le informative saranno pubblicate quanto prima dopo eventuali revisioni.  La Ditta non pubblicherà informazioni che considera come esclusive, confidenziali o dove non ritiene rilevante.

Posizione

Questa informativa è pubblicata sul sito web del gruppo Global Shares www.globalshares.com.

Area di applicazione

Global Shares Execution Services Limited (la “società”) è regolata dalla Banca centrale d’Irlanda secondo la direttiva MiFID (Markets in Financial Instruments Directive).

La società dispone di un quadro di amministrazione societario, e il Consiglio della società si riunisce quattro volte all’anno per discutere delle performance aziendali, efficacia, strategie e politiche future.

L’azienda ha in atto

  • Un Consiglio trasparente, indipendente, attivo e ben definito e un team di dirigenti che permette di gestire il commercio in Irlanda in modo indipendente come parte del gruppo Global Shares;
  • Un’organizzazione ben definita e trasparente che comunica regolarmente con tutto il personale e riesamina le strategie, politiche e procedure su base continuativa;
  • Un business ben gestito con una cultura del rischio chiaramente definita;
  • Un business che ha sistemi e processi di controllo interni appropriati alla sua grandezza e complessità che assicurano la separazione delle funzioni;
  • Un business che adotta elevati standard etici e premia, promuove e seleziona il personale in modo appropriato per garantire sempre la presenza di personale appropriato;
  • Propensione e profilo a basso rischio e detiene più capitale rispetto ai relativi requisiti di rischio del capitale (CRR), calcolato al punto 1; e
  • Un quadro di gestione robusta che è ben sviluppato, con una capacità indipendente di conformità.

Gestione del rischio

La società ritiene che la gestione e il controllo del rischio siano parte integrante della sua organizzazione e amministrazione.  La società adotta un approccio olistico alla gestione del rischio, credendo che nessun rischio o controllo possa essere gestito correttamente in isolamento.  L’amministrazione della società si impegna a mantenere un solido quadro di controllo per l’attuazione e il funzionamento dei processi di business ben controllato.  La responsabilità general spetta al Consiglio, ma l’approccio richiede che tutti i dipendenti siano coinvolti.

Il seguente riassume i principali rischi che vediamo nelle nostre imprese:

Rischio di credito

Il Rischio di credito è definito come il rischio attuale o prospettivo di guadagni e di capitale derivanti dal fallimento della controparte nel soddisfare i termini di qualsiasi contratto o il suo fallimento nell’agire come concordato. La società incorre nel rischio di credito a seguito di contante e titoli accordati con custodi e banche di terze parti. Esposizioni creditizie a terzi sono monitorate dal settore di controllo conformità e rischio e ci sono efficaci processi in atto per recuperare eventuali somme dovute alla società.

Rischio operativo

Il Rischio operativo si presenta come conseguenza di processi interni, persone, sistemi o da eventi esterni inadeguati o non riusciti. Quindi i rischi operativi includono rischi di IT, sicurezza informatica, progetti appaltati, legali, di frodi e di conformità. La società come parte del gruppo Global Shares ha processi in atto per mitigare i suoi rischi principali. L’ufficio personale segue un robusto processo dove ogni potenziale candidato è rigorosamente intervistato. I processi interni sono progettati e rispettati in modo tale che la probabilità del verificarsi di un rischio operativo o potenziali rischi operativi siano minimizzati. Un forte sostegno del sistema e un piano di continuità operativa testata sono in atto per prevenire errori di sistema.

Rischio reputazionale

La società opera all’interno di linee guida di conformità richieste dal diritto societario. A tutt’oggi ha gestito i possibili problemi reputazionali in modo professionale ed efficace.

Rischio assicurativo

La società possiede una adeguata copertura assicurativa e non è ritenuta esposta materialmente ad alcun rischio assicurativo.

Rischio di mercato

La società non svolge una attività commerciale per proprio conto e quindi non è esposta a movimenti sfavorevoli del mercato.

Conclusione

La società ha stabilito un processo interno di valutazione di adeguatezza del capitale per calcolare i requisiti del 2° punto. Il Capitale è gestito all’interno del quadro normativo entro il quale l’azienda opera e ci sono controlli regolari e revisioni sulla sua adeguatezza per mitigare il rischio di insolvenza di un’impresa. Il Consiglio esamina e firma l’ICAAP della società almeno annualmente, fatto salvo il caso in cui le modifiche al business suggeriscano che l’attuale livello di risorse finanziarie non sia più adeguato, nel qual caso sarà disposta una revisione supplementare.

Al 31 dicembre 2015, e comunque in ogni momento durante l’anno, la società ha rispettato i requisiti patrimoniali della Banca centrale. Il capitale della società al 31 dicembre 2015 era €147k che ha superato i requisiti di capitale di €146k.

Giugno 2016: